Condividiamo la bellezza

CURIOSITA' ARTISTICHE

SANDWICH BOOK
Il graphic designer Pawel Piotrowski, consiglia di fare uno spuntino prima di aprire questo libro. Piotrowski artista nato in Polonia ne 1986, ha utilizzato delle immagini realistiche per costruite le pagine di questo libro illustrato che sembrerebbe molto buono da mangiare! Caratterizzato da...
 ” The Toast Art Project” Ida Frosk
Il toast colorato e disegnato rende omaggio ai grandi pittori, attraverso l'arte Ida Frosk con le sue creazioni alimentari divertenti. Artista Norvegese di Oslo, usa i toast come supporto per le sue creazioni che riproducono quadri di artisti famosi ” The Toast Art Project”. Per i suoi quadri lei...

SIMONE SALVINI CUCINA VEGANA

info simonesalvini.blogspot.it/

OLI E RICORDI IN CUCINA

  di FULVIO FERRI

IN CUCINA APPUNTI E RICETTE

A TAVOLA

Un Natale condiviso
Era sempre una doppia festa, il Natale, l’aspettavo perché arrivava portando tanta allegria in famiglia. Nella vecchia casa della nonna arrivava la zia da fuori, con tutta la famiglia e la mia cara cugina, con cui  condividevo ogni attimo delle feste, anche il letto durante la notte. Ci...
A Roma i mercati rionali provano a cambiare!
In molte città del mondo, da Londra a Berlino e oltre oceano è in piena espansione il concetto di Food Markets letteralmente cibo e mercato. All’interno dei mercati rionali spuntano stand gastronomici, dove l’offerta spazia tra dolcetti, cibo bio, vegano e frullati, il tutto offerto a pochi passi...
Il melone
Il melone Proprietà Il melone rappresenta uno dei frutti estivi più gustosi, quando cominciano ad apparire sui banchi della frutta vuol dire che l’estate è vicina. Un frutto popolare amato da adulti e bambini, per la sua fresca dolcezza contribuisce ad una giusta idratazione, essendo composto...
Marmellata di more…
 la bontà vale qualche graffio Trovare un bel cespuglio di Rubus ulmifolius carico di frutti è sempre una sorpresa inaspettata. Il Frutto delle more è composto da tante piccole drupe che crescono su un arbusto perenne, i cui rami sono provvisti di spine. Le drupe a volte sono troppo in alto o...

 

Cucina vegana

La cucina vegana utilizza nelle proprie preparazioni solo alimenti vegetali, non vi è alcuna presenza nè di carne nè di alcun tipo di alimento d’origine animale, come potrebbero essere il latte e le uova. La cucina vegana prevede la preparazione di piatti conformi alle regole della dieta vegana. Il veganismo (dall'inglese veganism) è una filosofia di vita basata sul rifiuto di ogni forma di sfruttamento degli animali (per alimentazione, abbigliamento, spettacolo e ogni altro scopo) pertanto esclude totalmente l'uso di prodotti animali e loro derivati.

I vegani adottano questo stile di vita sia per ragioni salutistiche, in quanto perlopiù hanno una alimentazione con pochi grassi e ovviamente praticamente priva di colesterolo, sia, e soprattutto, per ragioni etiche. Sebbene i derivati animali non danneggino direttamente esseri viventi, i vegani ritengono che comunque i metodi di allevamento intensivo siano un sopruso verso di questi, la cucina vegana produce uno scarso impatto ambientale. 

Uno dei problemi del non mangiare carne (e pesce) è l' approvvigionamento di proteine assimilabili dall'uomo, la cucina vegana presenta fonti di proteine da tutti conosciute, come i legumi, compresa la soia, come il seitan, la carne dei vegani, costituito dal glutine

(proteina) dei cereali, ma anche fonti inusuali, come l' amaranto e la quinoa, due 'semi' scambiati spesso per cereali, che in realtà fanno parte della stessa famiglia degli spinaci.

Amaranto

Il veganismo è dettato da principi etici legati al rispetto della vita animale. Si basa sul pensiero antispecista e su una visione non-violenta della vita.Il veganismo può essere considerato la prassi della teoria antispecista, nella pratica quotidiana, si traduce nel rifiuto di usare o consumare, per quanto possibile e praticabile, prodotti derivanti da sfruttamento e uccisione degli animali, e di dedicarsi, partecipare e sostenere attività che implicano un uso dell'animale e/o la sua uccisione.

Il fine della pratica vegana non è quello di evitare l'uccisione di ogni forma di vita animale, bensì quello di non partecipare all'uccisione sistematica, intenzionale e non necessaria degli animali appartenenti alle altre specie non umane, evitando il sostegno a quelle attività quali l’allevamento degli animali per l’alimentazione umana, la sperimentazione su animali, la caccia e così via. 

Libri "VAI"