Condividiamo la bellezza

Spaventapasseri

Spaventapasseri

SPAVENTAPASSERI

Nella cultura popolare, lo spaventapasseri occupa un posto speciale in tutto il mondo,

mentre il suo utilizzo è quello di un dispositivo (tradizionalmente un manichino) usato per dissuadere gli uccelli come ad esempio corvi e passeri dal rovinare i campi seminati.

Solitamente è composto da un fantoccio di pezza, abbigliato con vecchi abiti e un cappello di paglia, per simulare una presenza umana.

Nell’immaginario popolare con la parola spaventapasseri si definisce una persona d’aspetto trasandato e mal vestita.

Lo spaventapasseri è anche una festa per bambini e in molti paesi viene festeggiato, con sagre e festival come, in un villaggio belga, tra Wavre e Jodoigne, offre ogni terzo fine settimana di agosto il "Festival dello spaventapasseri".

 

A Béville-le-Comte in Francia, capitale mondiale dello spaventapasseri, l'ultimo fine settimana di giugno si tiene una grande festa per celebrare lo Spaventapasseri.

Il Festival del Spaventapasseri si tiene ogni tre anni nella città di Denens nel cantone di Vaud in Svizzera.

A Omal, un piccolo villaggio belga, offre ogni anno a maggio-giugno, un "Festival dello spaventapasseri".

A Thimougies in Belgio, vicino a Tournai, il terzo fine settimana di giugno si tiene una gara biennale di spaventapasseri. Thimougies è stato uno dei primi sostenitori di questo evento in Belgio (1ª edizione nel 1998)

 

A Castellar (provincia di Cuneo) si tiene la festa degli spaventapasseri la 1ª domenica del mese di Maggio

 

INFO- www.inorto.org/2013/03/lo-spaventapasseri