Condividiamo la bellezza

MERCATINO DI NATALE

Il mercatino di Natale di Dresda è conosciuto con il nome di Dresden Striezelmarkt.

Leggi tutto: 

Il Castello di Pillnitz

Il Castello di Pillnitz

Il Castello di Pillnitz, sul fiume Elba a Dresda nel cuore della Sassonia in Germania, circondato da un parco di 28 ettari. La contessa Cosel favorita di Augusto il Forte, vi dimorò fino al 1716 e trasformò il giardino del XVI secolo in un giardino barocco “alla francese” ampliandolo e dandogli una struttura rigorosamente geometrica, arricchendolo con un il labirinto di siepi di charmille.

Il castello di Pillnitz si può suddividere in tre parti: il Palazzo dell’Acqua, il Palazzo dei Monti e il Palazzo Nuovo. Contrariamente ai primi progetti questi edifici sono oggi tutti collegati tra di loro. Progettati da Pöppelmann e Zacharias Longuelune il Palazzo dell’Acqua e il Palazzo dei Monti sono posti uno di fronte all’altro in una simmetria speculare quasi perfetta, tipica del Barocco.

La  vera meraviglia della residenza di Pillnitz è l’ampio parco che occupa attualmente 28 ettari, venne costantemente trasformato, divenne  dal XVIII secolo, luogo di esperimenti da parte della casata Wettin, appassionati di botanica.

Dal giardino delle delizie, anche definito come Giardino Francese, riservato alle feste di corte, con aiuole e fontane, che si trova racchiuso tra i tre palazzi del parco.

Il grande viale costeggiato dagli ippocastani, restaurato nel 1965, nasce per il gioco del “Paglia Maglia” una forma di golf all’italiana (tipo Pall Mall inglese), lungo il quale all’epoca erano situate altalene. Nel 1725 Augusto il Forte fece realizzare da Zacharias Longuelune nella parte alta del parco un edificio per i giochi con cavalli lignei, riservati alle dame di corte, che nel 1880 diventa l’Orangerie, oggi sede nel periodo estivo di mostre ed esposizioni.

 

Questa parte del parco ospita una delle attrattive più interessanti del parco: la camelia più vecchia e grossa d’Europa, piantata già nel 1801 e unica sopravvissuta delle quattro che vennero importate direttamente dal Giappone.

Particolare è anche la serra che protegge questa straordinaria pianta, viste le dimensioni ha un’altezza di quasi 9 metri, una circonferenza di quasi 12 m, non è  all'interno della serra per il rischio di danneggiarla. Allora si è deciso per una costruzione mobile su binari che in inverno avvolge e protegge l’albero. Il periodo migliore per una visita al giardino è da febbraio ad aprile, quando la pianta si riveste di circa 35.000 fiori a campana rosso scuri.

Nel 1778 venne acquistata l’area del giardino a nord est del parco per realizzarvi il Giardino all’Inglese con il Padiglione del 1780, una rivisitazione del Tempietto di San Pietro a Roma del Bramante.  Grazie alla passione per la botanica, Federico Augusto III, e di suo figlio che il giardino si arricchisce di un gran numero di piante. Il parco è  composto dal boschetto di conifere, che raccoglie una grande varietà di alberi di diversa provenienza, dall’Europa al Giappone all’America del Nord.

Il Giardino Olandese e il Giardino Cinese completano il cosiddetto “lato scientifico del giardino”. Nel Giardino Olandese si trova una statua di Flora, realizzata nel 1859 e a suo tempo considerata la più grande d’Europa, e nel Giardino Cinese si può passeggiare intorno al laghetto artificiale  per raggiungere il grazioso tempietto cinese realizzato nel 1805 e considerato “il più bel padiglione cinese.  Il Parco, soprattutto nella bella stagione si riempie di musica e occasionalmente diventa anche luogo di feste e ricevimenti.

INFO - www.dresden.de