Condividiamo la bellezza

Il giardino della Minerva

Il giardino della Minerva

 

Orto Botanico di Salerno

            L’ orto botanico della Minerva di Salerno è situato nel centro della città storica.  Il giardino si sviluppa a ridosso delle mura occidentali della città medioevale lungo il corso del torrente Fusandola.

Durante il medioevo fu utilizzato come giardino dei "semplici" a fini didattici per gli studenti della scuola medica salernitana; per questo motivo è ritenuto il più antico degli orti botanici.

Fu creato nel XIII secolo da Matteo Silvatico un importante medico della famosa Scuola Medica Salernitana, la più antica Università di Medicina del mondo, vanto della Città di Salerno.

Il dott. Silvatico realizzò in questo giardino il primo esempio di orto botanico: uno spazio didattico dove i medici insegnavano agli allievi a riconoscere i “semplici”, le piante utilizzate per curare le malattie. Un giardino che Silvatico arricchì di specie rare ed esotiche scoperte nel corso dei suoi innumerevoli viaggi.

Dopo il restauro del 2001 nel giardino sono state messe a dimora numerose piante, anche rare, dando particolare rilevanza a quelle specie citate nel Regimen Sanitatis Salernitanum e nell'Opus Pandectarum Medicinae. Piante che venivano usate nel medioevo come piante medicamentose. In particolare è presente nel giardino la leggendaria mandragora, pianta che si riteneva dai poteri straordinari.

         

Il caratteristico microclima dell'orto inoltre consente la coltivazione delle specie vegetali più disparate e di ogni provenienza, come la Colocasia esculenta (già citata da Silvatico nel 1300), il ginseng indiano (Withania somnifera) ed altre. In totale, sono presenti oltre 260 specie di piante.

www.giardinodellaminerva.it/index.html

<TORNA A GIARDINI>