Jane Fulton Alt

Jane Fulton Alt  è una fotografa americana nata a Chicago nel 1951, vive e lavora nell'Illinois sulle rive del lago Michigan a Evanston. Nell'2005 i residenti di New Orleans vengono evacuati prima che l'uragano Katrina devasti e colpisca la città. Jene Fulton Alt, come assistente sociale, si trova a far parte del programma "Look and Leave" organizzato dalla Croce rossa e dalla città di New Orleans, accompagna i residenti del IX rione Inferiore a controllare i gravi danni prodotti dall'uragano Katrina. 

Jane Fulton Alt, al De Paul University Art Museum realizza una mostra fotografica dal titolo "Look and Leave: New Orleans in the Wake of Katrina" nel 2006, la mostra viene riconosciuta come una delle importanti mostre del museo di fotografia di Chicago. Le sue opere sono pubblicate nei libri Katrina Exposed e New Orleans: The Making of a Urban Landscape e anche in American Tragedy: New Orleans Under Water.

Il lavoro di Jane Fulton Alt su Katrina è culminato con la pubblicazione del suo libro, Look and Leave: Photographs and Stories from Lower Ninth Ward di New Orleans, nel 2009. Il libro ha ricevuto il plauso della critica ed è stato presentato su 89.9 WWNO di New Orleans di NPR affiliato a "Arts Across Illinois" di Chicago Tonight. Ha inoltre ricevuto il premio Humble Arts 31 Women in Art Photography Award 2012, il premio Curators Choice Award 2011 di Photo District News, il premio Illinois Arts Council Fellowship Award 2007. 

The Burn (l'incendio)

Sono una serie di fotografie scattate nel 2007, Jane si trova ad osservare un incendio controllato di un campo. Le immagini hanno una potenza visiva che le evocano temi personali che sono alla base del suo lavoro fotografico. La forza del fuoco spontaneo, acceso per distruggere la vegetazione invasiva in modo che le piante autoctone possano ritornare a crescere. Gli elementi, il fuoco, la luce, il fumo, oscura e crea uno spazio ambiguo dove il fuoco della distruzione si fonde con la rinascita. Una distruzione rigenerativa che hanno per Jane un significato personale: "Ho fotografato il mio primo incendio, dopo pochi giorni dalla nascita del mio primo nipote e l'inizio della chemioterapia di mia sorella" una coincidenza " il momento in cui la vita e la morte, si percepiscono non opposti, ma in un singolo elemento, in un abbraccio unico."