Aleksandr Vasiljevich Fomin

Un Giardino Botanico a Kiev  

Nel giardino botanico di Kiev in Ucraina, ci accolgono verdi radure, fontane, serre e l'aroma inconfondibile dei fiori di lillà, ortensie e tulipani, tutto ad un passo dal centro della città di Kiev!

Il giardino botanico di Kiev ha un'estensione di oltre 22,5 ettari, pieno di profumi e colori vivaci. 

Oggi è una grande riserva naturale che ospita collezioni di oltre diecimila specie di piante, un museo botanico, un enorme complesso di serre e una biblioteca scientifica, dove è possibile incontrare e vedere l'insieme della natura dei Carpazi ucraini, delle foreste e delle steppe, Altai e Siberia occidentale, Asia centrale ed Estremo Oriente. 

Lambito da dal fiume Dnipro, uno dei 4 fiume più grandi d'Europa che attraversa la città di Kiev e si getta nel Mar Nero vicino ad Odessa. 

Il giardino nasce nel 1839, collegato all'Università Taras Shevchenko sotto la direzione del capo del dipartimento di botanica dell'Università, Ernst Trautvetter, botanico tedesco baltico specializzato nella flora del Caucaso e dell'Asia centrale. Nel 1850 furono completati il progetto e la disposizione del giardino. Nel 1852 c'erano già 25.416 alberi e 419 specie di arbusti. Migliaia sono le piante portate da ogni angolo della terra che scendono lungo il pendio del giardino, fino alle rive del fiume Dnipro. 

Il giardino si arricchisce, nel suo paesaggio, dall'antica chiesa ortodossa della Santissima Trinità e di una straordinaria serra dove è possibile vedere piante esotiche raccolte in diverse parti del mondo.

Il giardino botanico di Kiev è tra i giardini botanici più grandi d'Europa, si distingue per la diversità delle specie di piante viventi e il suo alto livello di ricerca. Il giardino comprende 8 divisioni scientifiche, contiene circa 8000 specie appartenenti a oltre duecento famiglie e circa 1500 generi, di cui 143 registrate nel Libro rosso delle specie rare dell'Ucraina. 

Il Giardino è famoso per le sue piante esotiche ha la più grande collezione di piante grasse tra i paesi dell'ex Unione Sovietica, ci sono più di diecimila varietà, specie e piantagioni, oltre alla più grande collezione di piante selvatiche, di alberi tigli, noce, quercia, lillà, acero magnolie La serra, costruita per le palme più grandi e più antiche dell'Eurasia settentrionale, è tra le più alte del mondo. Si occupa della ricerca sull'acclimatazione delle piante, cercando di preservare le specie in via d'estinzione e quelle rare, oltre a studi sulle biotecnologie delle famiglie tropicali e subtropicali e della botanica medica, monitorando l'interazione chimica delle piante.

L'Orto Botanico Nazionale (Kiev) si occupa con attenzione, anche, della progettazione e della creazione di parchi, elaborando i principali aspetti della progettazione e della piantumazione. Uno dei compiti principali è la ricerca approfondita nel campo della conservazione della natura e delle attività educative sulle questioni ambientali. 

La selezione genetica ha permesso di creare nuove varietà di piante da fiore come dalie, crisantemi, iris, astri, gladioli, peonie, clematidi, erba da prato e altro. Queste piante sono state in grado di superare con successo numerosi test in varie parti del paese.

La NBS dell'Ucraina presenta collezioni eccezionali di specie tropicali e subtropicali.       Si trovano in serre la cui superficie totale supera i 5mila metri quadrati. La collezione comprende varietà dal Kazakistan, dall'Asia centrale, dal Caucaso e dall'Estremo Oriente, oltre a varietà provenienti da aree più remote. Una delle più grandi collezioni di orchidee tropicali e una raccolta sulla flora Ucraina e una raccolta di semi con oltre 10 mila campioni.

Nel 1944, dopo la liberazione del territorio di Kiev dall'occupazione, un lavoro sistematico e ampio sul ripristino e l'espansione. Va detto che durante la guerra l'edificio fu parzialmente distrutto. Nel 1944 diresse l'Orto Botanico (Kiev) N. N. Grishko. Durante la sua guida, furono eseguiti numerosi lavori per la ricostruzione dell'edificio e il restauro delle collezioni.

Visitabile tra maggio e settembre!