Patrick Dougherty

Nato in Oklahoma nel 1945 è cresciuto in North Carolina,  consegue la laurea in letteratura inglese alla University of North Carolina nel 1967 e un Master in Hospital and Health Administration presso la University of Iowa nel 1969.

Qualche anno dopo torna all'Università per studiare storia dell'arte e scultura.

Un artista che crea strutture temporanee usando i rami di  salice, opere strutturate e costruite per esser toccate. Dougherty ha lavorato per molti parchi naturali, giardini botanici e spazi pubblici.


Le sue sculture, interattive, possono essere visitate ed esplorate, fanno parte del territorio e dello spazio, a metà fra un edificio moderno organico e un castello delle fate, ogni opera è fatta con  rami intrecciati, assemblati e legati. Unendo la sua abilità di falegnameria, con il suo amore per la natura, inizia imparando le tecniche della costruzione con i rami, di antichi popoli che usavano un  materiale semplice e facile da recuperare.

Nel 1982 un suo primo lavoro, "Acero Body Wrap", è stato incluso al Salone del North Carolina della Biennale Artisti, sponsorizzato dalla North Carolina Museum of Art. L'anno seguente ha avuto la sua prima mostra personale presso il Centro per l'Arte Contemporanea del sud-est a Winston-Salem, North Carolina.

Nel tempo il suo lavoro si è evoluto, passando da singoli pezzi di piccole dimensioni a grandi opere di grandi dimensioni, installazioni ambientali. Negli ultimi 30 anni, ha costruito più di 230  opere, diventando famoso in tutto il mondo, dalla Scozia al Giappone a Bruxelles, e in tutti gli Stati Uniti.

Ha ricevuto numerosi premi, tra cui il 2011 Factor Premio per l'Arte del Sud, Carolina del Nord Artist Fellowship Award, Pollock-Krasner Foundation Grant, Henry Moore Foundation Fellowship, Giappone-Usa Creative Arts Fellowship, e National Endowment for the Arts Fellowship.